Antica Cattedrale di Bojano
[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7]

Festività di S. Bartolomeo apostolo a Bojano

La festa liturgica dell’apostolo Bartolomeo viene celebrata il 24 agosto, ma a Bojano, e nell’intera Arcidiocesi, la solennità ricade il 25 agosto.

Mons. Francesco Macarone Palmieri il 10 agosto 1879 inviò a tutto il clero e al popolo una bellissima lettera sulla festività di S. Bartolomeo apostolo, patrono della Diocesi. In essa il Vescovo esorta tutti a recarsi a Bojano, secondo un’antichissima tradizione, il giorno 25 agosto per "...render più bella, più solenne e più edificante la festività del santo patrono".

L’andare a Bojano per i sacerdoti, in quel giorno, era un atto di obbedienza che si faceva al Vescovo. La cerimonia si svolgeva con semplicità nel seguente modo: durante la messa solenne presieduta dal vescovo, dopo la lettura del Vangelo, il cerimoniere chiamava per nome tutti i sacerdoti presenti e questi uno dopo l’altro, alla presenza del popolo devotamente attento e raccolto, andavano ad inginocchiarsi davanti al Vescovo assiso in trono. Gli baciavano il sacro anello e gli offrivano un cero in segno di sudditanza spirituale e di obbedienza. Era uno spettacolo edificante per tutto il popolo di Dio in quanto esprimeva l’unità e la comunione fraterna tra il pastore e il clero. Terminata la messa tutti partecipavano alla processione del santo patrono per le vie della città in festa. Al termine vi era il pranzo offerto dal vescovo a tutti i sacerdoti.

[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7]