I Luoghi di S.Pietro Celestino
[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12]

Anticipò, con la bolla della Perdonanza, il Giubileo

All’Aquila emanò la bolla sulla " Perdonanza" , con cui concesse una speciale indulgenza plenaria a tutti coloro che, pentiti e confessati, visitassero la Chiesa di Santa Maria di Collemaggio per pregare il 29 agosto di ogni anno, festa del martirio di san Giovanni Battista e anniversario della sua incoronazione.

"...La supplice richiesta di coloro che cercano Dio troverà tesori della chiesa che risplendono dei doni spirituali che gioveranno nella futura vita, forti della misericordia di Dio onnipotente e dell’autorità dei suoi apostoli santi Pietro e Paolo, in ogni ricorrenza annuale della festività assolviamo da ogni colpa e dalla pena conseguenti a tutti i loro peccati commessi fin dal battesimo, quanti sinceramente pentiti e confessati saranno entrati nella chiesa di Santa Maria di Collemaggio dai vespri alla vigilia della festività di san Giovanni fino ai vespri immediatamente seguenti la festività".

Non si trattò solo della remissione dei peccati, ma di una vera e propria riconciliazione sociale. Infatti, ordinò ed ottenne la rappacificazione delle fazioni cittadine e ingiunse allo stesso re Carlo II D’Angiò di perdonare gli Aquilani ribelli. La Perdonanza è da intendere come una proposta di perdono verticale e orizzontale (riconciliazione con Dio e con i fratelli, con il creato, una spinta educativa delle coscienze alla capacità di offrire, non solo, ma anche di chiedere il perdono.

Celestino V è santo non per il modo con cui governò la Chiesa, ma per l’eroismo del le sue virtù.

[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12]